Registro opposizioni: nuovi costi d’accesso per gli operatori

31 marzo 2012


La Fondazione “Ugo Bordoni” ha inviato il piano preventivo dei costi di funzionamento e manutenzione del registro, comprensivo delle proposte delle tariffe per il 2012. Il documento è ora inserito in Gazzetta Ufficiale; il Ministero dello Sviluppo Economico lo ha infatti approvato.

Secondo quanto stabilito, ogni operatore (precedentemente iscritto al registro) acquista uno dei pacchetti di numerazioni indicati nel decreto, per verificare le numerazioni telefoniche al suo interno. La procedura è effettuata in modalita’ prepagata e in osservanza al contratto stipulato col gestore al momento dell’iscrizione.

Le sopracitate verifiche potranno anche essere effettuate in tempi diversi, su richiesta dell’operatore. In ogni caso il procedimento continuerà fino al raggiungimento di una quantità complessiva pari alla dimensione del pacchetto acquistato. Questa “dimensione” si considera intesa come somma delle singole liste sottoposte a verifica.

Se il contratto di iscrizione al registro del gestore dovesse essere interrotto, non è prevista possibilità di crediti o rimborsi in caso di presenza di liste non ancora sottoposte a verifica all’interno dei pacchetti acquistati precedentemente. Inoltre, in caso di revisione delle tariffe, i nuovi importi hanno effetto esclusivamente per la sottoscrizione di nuovi pacchetti, senza alcun effetto sui pacchetti acquistati in precedenza, anche nel caso essi dovessero presentare ancora liste da verificare.